Alfonso Gatto

Alfonso Gatto

Alfonso Gatto – Nacque a Salerno il 17 Luglio del 1909. Poeta, scrittore, giornalista e critico d’arte, dopo gli studi classici si iscrisse all’Università di Napoli abbandonata per difficoltà economiche. Da allora ebbe una vita movimentata, con continui spostamenti e vari lavori. Morì ad Orbetello, in provincia di Grosseto nel 1976, vittima di un incidente stradale. Nei suoi scritti, tutti dominanti dal tema dell’amore, ha sapientemente accordato le arditezze di un ermetismo spinto alle estreme rarefazioni con gli echi della melica settecentesca. Tra le sue opere: Il sigaro di fuoco, La madre e la morta, Osteria Flegrea, La sposa bambina. Come attore ha partecipato a diversi film per la regia di Pier Paolo Pasolini, Mario Monicelli e Francesco Rosi.

Articoli Simili

Ancora nessun commento! Sii il primo a commentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
Apri chat
Hai bisogno di aiuto?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi